Cosa si dice di Strade Bianche?
“Il delicato intimismo delle situazioni private e l’istintiva follia giocosa dei tre compagni di avventura, rendono il romanzo bello e intenso, profumato di sincerità.” Sergio Pent (La Stampa -Tuttolibri) ---- “Remmert riesce a calibrare alla perfezione i toni, gli stili, i piani.” Errico Buonanno (Il Riformista) ---- "Un road movie dell'anima." (Flair) ---- "Raffinato come un film di Tarkovskij." Alcide Pierantozzi (Rolling Stone) ---- "Remmert torna felicemente con un road-trip dei desideri, servito da una scrittura corale e armoniosa come una melodia." Carlotta Vissani" (D La Repubblica) ---- “Strade Bianche restituisce al lettore tutti i pregi ammirati nelle precedenti opere di Remmert: la sua fantasia scatenata e felice, il suo talento per i dialoghi, il superbo controllo della trama. In più – un’aggiunta non da poco – il nuovo romanzo s’arricchisce di uno sguardo in cui la sottile malinconia remmertiana, divenuta più matura e sfaccettata, colpisce nel profondo.” Teo Lorini (Blow Up) ---- “Un romanzo fresco e malinconico. Oltre che nella gestione della trama, nella tensione narrativa che tiene per le oltre duecento pagine, Remmert è bravissimo anche nel mutare continuamente i registri di scrittura, adattandoli di volta in volta a ciascun componente del trittico.” Luca Beatrice (Il Giornale) ---- "La scelta di impostare il romanzo come un coro di voci che si esprimono a turno è felice e permette di affezionarsi con forza ai protagonisti.” (Satisfiction) ---- “Strade bianche è un bel libro, innovativo nel panorama italiano, un romanzo che trasmette al lettore sensazioni, emozioni e riflessioni profonde.” Giuseppe Petralia (Quarto Potere) ---- “Un viaggio che diventa subito (o quasi) una sorta di verifica di esistenza.” Giovanni Tesio (Torino Sette) ---- “Strade bianche è una frizzante riflessione sul cambiamento, sul tradimento, sulle relazioni.” Gianluca Veltri (Il Mucchio) ---- “Il nuovo romanzo di Remmert è un piatto ricco in cui ficcarsi.” Francesca Fimiani (Extratorino) ---- “Un romanzo allo stesso tempo picaresco e intimo, con avventure che sanno essere anche surreali, comiche e a tratti poetiche.” Gianni Biondillo (Cooperazione) ---- “Un rocambolesco e visionario viaggio sentimentale a ritroso nell’anima.” Domenico Mungo (Rumore) ---- “Un romanzo ben costruito e accattivante”. Alberto Sebastiani (Gazzetta di Parma) ----- “Strade Bianche conferma il talento di Remmert ed è forse il suo migliore romanzo.” Angelo Orlando Meloni (Siracusa News) ---- "Una ricerca stilistica originale, capace di costruire una fabula a tre voci che regge fino in fondo." Alen Loreti (Stilos)---- “Remmert si conferma uno degli scrittori più interessanti e maturi del panorama italiano contemporaneo.” (Milano Cultura)
Enrico Remmert - Novità
ebimedialab